CI SONO ANCORA……

E no non ti ho abbandonato caro blog….. ma le nuove tendenze tecnologiche mi fanno stare lontano da te. Prima o poi, te lo prometto, tornerò a curarti come prima……. per ora auguro a te ed a quanti ogni tanto vengono a visitarti una serena e felice estate…….. __________________________________________________________________________________

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

IL CASTELLO DI ACQUEDOLCI

Cari amici, negli ultimi 4 anni nessuna voce sensibile alla conservazione dei beni storici di Acquedolci si è sollevata per chiedere la continuazione dei lavori intrapresi dalla Soprintendenza di Messina. Avendo speso molte energie per restituire questo bene alla fruizione pubblica vi chiedo di diffondere questo contenuto.

Arch. Pierpaolo Faranda

 

Il Castello di Acquedolci:

un monumento nazionale dimenticato (?).

Il Castello di Acquedolci in una foto d’epoca.

 

Da oltre 4 (quattro) anni sono fermi i lavori di restauro dell’antico castello di Acquedolci (Me), oggi di proprietà del comune medesimo. Il complesso architettonico (sec. XV) è stato oggetto di diversi interventi effettuati tramite i funzionari della Soprintendenza di Messina che, con idonei progetti di consolidamento, hanno bloccato i cedimenti strutturali della fabbrica.

Inoltre, si era predisposto un progetto, sempre a firma dei medesimi funzionari statali, per completare e consegnare alla fruizione pubblica (in tempi relativamente brevi) la parte del complesso monumentale relativa al palazzo baronale. Il progetto, per quanto ci è dato sapere, è fermo e bencustodito negli scaffali dell’assessorato  regionale ai Beni Culturali e dell’Identità Siciliana. Per una realtà così delicata e ricca di storia non si comprende come la Regione Siciliana non abbia ancora completato l’intervento di recupero anche in considerazione che il mancato completamento di fatto pregiudica le lavorazioni fino ad oggi effettuate.

Il castello di Acquedolci, monumento nazionale, aspetta di essere completamente restaurato per cui rivolgiamo un accorato appello all’assessore regionale ai Beni Culturali, on. Missineo, e al presidente della regione Raffaele Lombardo per un sollecito riscontro che assicuri la continuazione dei lavori scongiurando il decadimento di un bene culturale la cui presenza risulta essere particolarmente importante non solo per la storia del territorio nebroideo ma più in generale per la storia della nostra Sicilia.

Pierpaolo Faranda


Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Chiuse le iscrizioni alla quarta edizione dell’ Acquedolci Independent Film Festival

Chiuse le iscrizioni alla quarta edizione dell’AIFF, l’Acquedolci Independent Film Festival (www.psycholand.it). In continua crescita il riscontro da parte del cinema indipendente internazionale: 333 i cortometraggi provenienti da 26 Paesi.

Entro il 30 giugno la Commissione di preselezione renderà note le Selezioni Ufficiali. Entro il 15 luglio saranno quindi individuati i finalisti di tutti i contest della competizione internazionale:

AIFF / Scuola
AIFF / Sicilia
AIFF / Doc
AIFF / Clip
AIFF / Anime

Tra tutti i partecipanti saranno elette 3 opere alle quali verranno tributati 1°, 2° e 3° posto del Premio AIFF 2011 – riservati ai migliori cortometraggi in assoluto – all’esito delle valutazioni di una Giuria di qualità internazionale così composta:

Shahram Alidi (regista iraniano pluripremiato al Festival di Cannes)
Ferdinando Bellière (videomaker)
Tony Palazzo (attore e fotografo)
Giacomo Puma (giornalista)
Haykel Rahali (attore, autore e regista tunisino)
Andrea Saraceni (sceneggiatore)
Marco Tondini (sceneggiatore e compositore, vincitore AIFF 2010)

Nel corso dell’evento saranno assegnati ulteriori riconoscimenti (Premio PsychoLand – Visioni d’altrove, Premio Goowai – Miglior fotografia, Premio della Stampa e della Giuria popolare, nonché menzioni speciali).

La manifestazione, come previsto, si svolgerà ad Acquedolci nei giorni 26, 27 e 28 agosto 2011.

Prossimamente si terrà una conferenza stampa di presentazione del Festival: data e luogo saranno tempestivamente comunicati agli organi di informazione.

Dallo scorso mese di maggio l’Acquedolci Independent Film Festival è tra le 30 manifestazioni cinematografiche aderenti al neocostituito ”Coordinamento dei Festival del Cinema in Sicilia”.


Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

PASSA IL QUORUM AL REFERENDUM!!!!!


Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Domenica e lunedì usa la matita copiativa…


Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Oggi è una bellissima giornata di sole…..

…su tutta l’Italia!!!!!


Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Per non dimenticare


Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il ricordo dei ‘garibaldini’

 

‘……… Il giorno successivo Acquedolci ci ha accolti con tutto il calore della gente che crede in certi valori e il panettiere, nonostante fosse un giorno festivo, non ci ha fatto mancare il pane fresco per i nostri rifornimenti. ………’


Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Tripoli e la storia

Bombarderemo la Libia, come nel 1911 per primi bombardammo Tripoli città turca. La storia ti rincorre se non la conosci ti beffa. E i baci al dittatore? E le scuse al dittatore? La Libia è lì davanti, come una mano aperta verso l’Italia, terra di romani, terra di Bisanzio, terra di arabi che hanno fatto bella Palermo. Terra dove veniamo, andiamo, torniamo. Terra che non fa paura, che non offende e non è offesa. Nel 1911 cercavamo lì il posto dove far uscire dalla fame i nostri contadini, adesso da lì vengono ragazzi che vogliono farsi il futuro qui.

Bombarderemo: la guerra è bella anche se fa male dice De Gregori. Ecco fa male ma è inevitabile perchè da lì si torni ad avere opportunità non paura. Gheddafi ha cacciato gli italiani, Gheddafi ha lanciato missili contro l’Italia. Non ricordiamo?

Non ricordiamo quella idea dell”esclusiva’ di una terra e di un popolo, un pò la paura che abbiamo noi per gli stranieri che vengono dal mare.
Bombarderemo la Libia e sarà come bombardare un pò di noi, ma talvolta per salvare il corpo bisogna amputare un braccio, fosse anche il braccio destro. Ma forse è il caso di dire che non bormbarederemo la Libia ma un dittatore. E a Tripoli sul lungomare si tornerà a passeggiare senza paura in italiano, arabo, francese, come a Palermo, a Genova, a Napoli. Il mediterraneo è incontro non divisione.
L.G.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Pasqua 2011


Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento